Passepartout: 1911-2011 - Il secolo della donna: dall'esclusione alle pari opportunita' - 11..19 giugno 2011 - Asti
Le immagini sono riferite all'edizione 2010
Cerca nel sito

Data: 26-10-2011
Le due torri
di Ennio Caretto.

Data: 09-10-2011
Gambarotta svela le ricette di Nefertiti
Presentazione del volume LE RICETTE DI NEFERTITI

Data: 21-06-2011
Regine delle scene.
A chiusura di Passepartout

Data: 19-06-2011
Lettera di Clio Napolitano
... sento di poter affermare che il secolo '1911 – 2011' può essere considerato il 'secolo delle donne'

Data: 18-06-2011
Chiusura in musica per il laboratorio di giornalismo

Data: 17-06-2011
Arlan, Oggero,Verna e Nash-Marshall ieri a Passepartout
L’ora di pietra

Data: 17-06-2011
Le donne soldato a Passepartout

Data: 16-06-2011
Philippe Daverio a Passepartout

Data: 15-06-2011
Maria Venturi intervistata da Bice Biagi

Data: 15-06-2011
Emilia Sarogni a PPT
Un lunghissimo applauso per il Risorgimento

Data: 12-06-2011
Ma adesso parliamo di noi
Resoconto dell'incontro con le giornaliste piemontesi

Data: 12-06-2011
Messaggio del Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna

Data: 11-06-2011
Passepartout 2011: prima giornata

Data: 08-06-2011
Stefano Zecchi introduce l’edizione 2011 di Passepartout
Mercoledí 8 giugno 2011 alle ore 18

Data: 29-05-2011
La scenografia di Passepartout

Data: 29-05-2011
Laboratorio di Giornalismo

Data: 29-05-2011
Chiusura Passepartout Junior 2011
Concerto dell’ l’Orchestra Suzuki di Asti

Data: 25-05-2011
Ultimo tango a Parigi
di Bernardo Bertolucci. Presenta Salvatore Leto.

Data: 18-05-2011
Passepartout Junior e Premio Asti d'Appello Junior

Data: 10-05-2011
Laboratorio di giornalismo under 25
Passepartout 2011

Data: 29-05-2011
Chiusura Passepartout Junior 2011
Concerto dell’ l’Orchestra Suzuki di Asti

scarica allegato

Domenica 29 Maggio ore 16.00 presso Auditorium di Palazzo del Collegio Via Goltieri, 3 - Asti, “Concerto di chiusura” di Passepartout Junior 2011, che sta risultando, ancora una volta, una riuscita kermesse culturale pensata per i giovanissimi .

E’ l’Orchestra Suzuki di Asti che, fin dalla prima edizione del festival organizzato dalla Biblioteca Astense, firma la giornata conclusiva di Passepartout con un concerto.

L’Orchestra Suzuki di Asti è composta da giovanissimi “musicisti” che stanno imparando a suonare secondo la tecnica elaborata negli anni cinquanta dal celebre didatta giapponese. Il metodo “Suzuki” si fonda sull’idea che suonare è come parlare: i corsi di musica prendono avvio dalla ritmica, per passare poi allo studio dello strumento e, solo dopo gli otto anni, si arriva allo studio del solfeggio. Nell’insegnamento della musica, che può iniziare a partire dai tre anni di età, sono coinvolti inoltre anche i genitori dei piccoli artisti.

L'Orchestra è promossa dall'Associazione Musicale "Shinichi Suzuki", nata in Asti nel 1997, membro dell'Istituto Suzuki Italiano, l'organismo nazionale che raggruppa tutte le scuole che praticano l'insegnamento della musica secondo il metodo "Suzuki". I corsi sono tenuti dai Maestri Enrico Massimino e Valentina Rauseo (violino), Amelia Saracco (mandolino), Marco Ferrari (violoncello). Tutti gli insegnanti svolgono una rilevante attività concertistica, oltre che di insegnamento, e si sono specializzati nella didattica per l'infanzia.
I giovani musicisti hanno un repertorio molto ampio e spaziano tra canzoni e danze popolari, canoni tradizionali e brani di musica classica. Numerosissime sono le partecipazioni di questa orchestra astigiana a eventi e manifestazioni.


Al termine del concerto grande merenda per tutti i bambini!

Entrata libera

Con il sostegno di: COMUNE DI ASTI, PROVINCIA DI ASTI, REGIONE PIEMONTE, FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ASTI, FONDAZIONE CRT, BANCA C.R. ASTI.

Info: www.bibliotecastense.it bibliobimbi@bibliotecastense.it
Responsabile : Mauro Crosetti - Tel. 0141 59.30.02











Il direttore e gli insegnanti:

MARCO FERRARI (Direttore - Violoncello)
Torinese, ha compiuto gli studi classici e musicali diplomandosi in violoncello sotto la guida di P. Nava e laureandosi in giurisprudenza. Ha continuato la sua preparazione musicale perfezionandosi con A. Janigro presso il Mozarteum di Salisburgo, con M. Flaksman presso la Musikschule di Schaffhausen e, per la musica da camera, con P. Farulli, R. Brengola e A. Meunier presso l'Accademia Chigiana di Siena.
Affermatosi in vari concorsi nazionali, ha fatto parte delle Orchestre della RAI di Torino, del Teatro Carlo Felice di Genova e del Teatro di Treviso, prima di dedicarsi al concertismo e all'insegnamento.
Come solista e come membro di varie formazioni cameristiche (fra le quali il Trio Novalis, il Trio Atheneum e il Quartetto d'archi Panartis) svolge un'intensa attività concertistica in Italia, Austria, Germania, Svizzera, America Centrale ed Estremo Oriente. Ha effettuato registrazioni per la RAI e la Radio Vaticana, e diverse incisioni discografiche, dedicandosi con particolare attenzione al repertorio contemporaneo.

AMELIA SARACCO (Mandolino)
Nata ad Asti, ha conseguito il diploma di Mandolino nel 1993 presso il conservatorio "G. Pollini" di Padova sotto la guida del M° U. Orlandi. Ha collaborato con l'Orchestra sinfonica della RAI - Maggio Musicale Fiorentino e con i Solisti Veneti partecipando a tournée in Italia ed all'estero.
Svolge attività concertistica come solista in diversi gruppi da camera: nella Mandolinistica "G. Paniati" di Asti, nell'Open Quartet (gruppo di musica e ricerca etnica) con il quale ha anche inciso il CD "Forbidden colours".
Dal 1993 ha iniziato ad insegnare ritmica strumentale e mandolino presso la scuola Suzuki di Torino e di Asti e presso la scuola comunale "G.B. Fergusio" di Savigliano.
Ha scritto "Il bambino ed il mandolino" ricerca didattica utile a chi volesse approfondire l'insegnamento del mandolino attraverso il metodo Suzuki.

ENRICO MASSIMINO (Violino)
Dopo aver conseguito il diploma di maturità di Liceo Scientifico si è diplomato a pieni voti in violino e viola presso il Conservatorio "G. Verdi" di Torino sotto la guida del Maestro Lorenzo Lugli. Ha frequentato in seguito corsi di perfezionamento con i Maestri Carlo Pozzi, Piero Farulli ed Aldo Bennici presso l’Accademia Musicale di Biella e presso l'Accademia Chigiana di Siena.
E' risultato vincitore dei concorsi presso le Orchestre del Teatro Regio di Parma, del Teatro Regio e della RAI di Torino e presso l'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. La sua attività professionale ed artistica lo ha portato ad esibirsi per le maggiori Società di Concerti e Festival Italiani (Unione Musicale e Settembre Musica di Torino, Piemonte in Musica, Gog di Genova, Autunno Musicale di Como, Biennale Musica di Venezia etc), nelle principali città europee (Madrid, Parigi, Ginevra, Salisburgo, Praga, Bucarest) ed in India, Tailandia, Giappone, Hong Kong.
Ha fatto parte di prestigiosi complessi cameristici (Orchestra da Camera Italiana, Orchestra Filarmonica di Torino, Camerata Strumentale Casella, Antidogma Musica) in cui spesso ha ricoperto il ruolo di prima viola.
Premiato ai concorsi internazionali di Stresa e di Trapani svolge intensa attività concertistica in varie formazioni cameristiche. Numerosi i concerti in duo con la pianista Elisabetta Jorio, e in qualità di solista di viola d'amore.
E' docente di viola presso il Conservatorio "G. Verdi" di Torino ed insegnante di violino abilitato per la metodologia Suzuki.

VALENTINA RAUSEO (Violino)
Nata a Torino, ha iniziato a cinque anni lo studio del violino presso il Suzuki Talent Center di Torino, sotto la guida di Lee Robert. Nel 2001 si è diplomata brillantemente, con la prof.ssa Christine Anderson, presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, dove le sono state conferite tre borse di studio per i migliori esami di compimento inferiore. medio e il premio “Berrino” per il miglior diploma. Ha conseguito il diploma di alto perfezionamento musicale, ad indirizzo virtuosistico, presso l’Accademia Superiore di Musica “Lorenzo Perosi” di Biella, sotto la guida del M° Roberto Ranfaldi, violino di spalla della Rai di Torino. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, svolge intensa attività concertistica, sia come solista che in formazioni cameristiche, curando con particolare attenzione il repertorio romantico per violino e pianoforte. Nell’ambito della musica da camera ha eseguito come primo violino, i quintetti con pianoforte di Schostakovich, Brahms, Dvorak e Schumann.
Collabora con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, con la Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, con cui ha effettuato una tournée in Romania, con l’Orchestra Filarmonica di Torino con cui ha effettuato tournèe in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, con l’Orchestra Sinfonica d’Italia, con l’Orchestra Sinfonica di Savona e con diverse altre Orchestre del Piemonte e di altre Regioni.

Biblioteca Astense | Corso Alfieri, 375 14100 Asti | tel 0141 531117 - 593002 | fax 0141 531117 - web: icozorz.it