Passepartout 2014 - Asti, 7-15 giugno 2014 - undicesima edizione
Le immagini sono anche relative alle scorse edizioni
Cerca nel sito

Data: 09-08-2014
Sottoscrizione in memoria di Giorgio Faletti

Data: 04-07-2014
E' morto Giorgio Faletti

Data: 03-07-2014
Passepartout su Youtube

Data: 20-06-2014
Il bilancio di Passepartout secondo le testate locali

Data: 18-06-2014
Marcello Veneziani a Passepartout
Intervistato dal giornalista Pietro Nardiello.

Data: 15-06-2014
Concerto di chiusura di Passepartout

Data: 16-06-2014
Mario Calabresi chiude Passepartout

Data: 15-06-2014
Francesca Paci a Passepartout

Data: 14-06-2014
Aldo Grasso: la TV non è morta

Data: 14-06-2014
Marco Travaglio a Passepartout

Data: 14-06-2014
Mons. Edorado Viganò per Passepartout

Data: 12-06-2014
Paolo Borgognone a Passepartout

Data: 11-06-2014
Peter Gomez a Passepartout
'Non una lectio magistralis, ma la storia della mia carriera'

Data: 09-06-2014
Gad Lerner al pubblico di Passepartout
Occorre ricercare un’informazione di qualità

Data: 08-06-2014
Severgnini apre il festival Passepartout

Data: 08-06-2014
Silvio Garattini a Passepartout

Data: 05-06-2014
Passepartout in diretta

Data: 03-06-2014
Primaradio, BBBell e Passepartout
Insieme per diffondere i pensieri e le parole

Data: 02-06-2014
LIBERA a Passepartout

Data: 30-05-2014
Il pubblico di Passepartout
Anteprima Festival Passepartout

Passepartout suggerisce
La Stampa

Data: 15-06-2014
Concerto di chiusura di Passepartout

Il festival Passepartout non è solo fatto di pensieri e parole, c’è spazio anche per la musica, protagonista assoluta dell’evento che ha chiuso la kermesse nella serata di domenica 15 giugno alle ore 21. CARI AMICI VICINI E LONTANI è il titolo del concerto finale al teatro Alfieri. Proposti 90 anni di canzoni tra radio e tv; ad esibirsi il quartetto Ritmo - Cristiana Corderosoprano; Daniela Valdenassi mezzosoprano; Giancarlo Fabbri tenore; Davide Motta Frè basso- accompagnato al pianoforte da Giulio Laguzzi.

Lo spettacolo “Cari amici vicini e lontani” coniuga la grande tradizione della canzone melodica italiana e napoletana con raffinati arrangiamenti inediti a quattro voci di brani del secolo appena trascorso; il Novecento.
Dagli albori della radio classici quali “Reginella” e “Miniera”, attraverso l’era del tabarin e del cafè chantant con “Balocchi e profumi” e le prime canzoni legate al cinema sonoro come “Parlami d’amore Mariù”.
Il periodo dell’operetta è stato presentato con un estratto da “La vedova allegra” ma è stato lo swing del Trio Lescano e del Quartetto Cetra ad occupare la parte centrale dello spettacolo con canzoni ritmate come “Tulipan”, “Bellezze in bicicletta” o “Crapa pelada”.
La radio arriva quindi negli anni ’50 il timone alla nascente televisione, della quale vengono ricordate le prime trasmissioni; “Non è mai troppo tardi” del maestro Manzi, il glorioso “Studio Uno”, spettacolo del sabato sera, l’indimenticato “Carosello”.
Non solo buona musica ma anche scenette divertenti e una buona dose di improvvisazione hanno caratterizzato la serata che riporta con la memoria a collaudati meccanismi del teatro di rivista.
Il programma ha previsto una presentazione e una spiegazione della genesi dei vari brani, legati da un filo conduttore temporale che spazia dai primi anni del secolo scorso fino al ciclone Modugno e che mira a far conoscere ai più giovani indimenticabili pagine di un’epoca di grande fermento musicale.
 

Biblioteca Astense | Corso Alfieri, 375 - 14100 Asti | tel 0141.531117 - 0141.593002 | fax 0141.531117 - web: icozorz.it