Passepartout - Pensieri e Parole - 1963-2013: I have a dream
Le immagini sono relative alle edizioni 2011 e 2012
Cerca nel sito
Passepartout suggerisce
La Stampa

Data: 14-06-2013
Passepartout continua con Angelo Branduardi, Philippe Daverio e molti altri

La formula di Passepartout si conferma vincente: tutti gli incontri in programma hanno fatto registrare il tutto esaurito, con un cortile del Palazzo del Collegio di Asti traboccante di ascoltatori attenti ogni sera, con oltre 700 presenze ad appuntamento che hanno applaudito con entusiasmo gli interventi di ospiti del calibro di Enzo Bianchi, Mario Calabresi, Furio Colombo, Oscar Farinetti, Umberto Galimberti, Piergiorgio Odifreddi, Ilaria Borletti Buitoni, Luciano Canfora e altri.

Questo il programma delle ultime giornate di questa edizione:

Venerdì 14 giugno:
ore 18: Responsabile della bellezza del mondo - Brunello Cucinelli
Stilista e imprenditore, è fondatore dell’omonima maison di alta moda specializzata nella produzione di maglieria pregiata in cashmere. Nata nel 1978, l’azienda nel 2012 viene quotata in Borsa, scatenando l’interesse degli investitori e subito dopo quello dei media per la decisione di Cucinelli di dividere i 5 milioni di utili derivati dalla quotazione con i suoi 783 dipendenti.
Da sempre attratto dal sogno di un lavoro più sensibile ai valori umani, ha acquistato nel 1985 il Castello trecentesco di Solomeo, un piccolo borgo nei pressi di Perugia, trasformato, dopo accurati lavori di restauro, nella nuova sede di uffici e laboratori aziendali. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per l’approccio innovativo nel suo modo di fare impresa.
ore 21: All’origine del suono, il sogno - Angelo Branduardi
Musicista e cantautore, ha esordito quasi 40 anni fa nell’ambito del progressive. In seguito la sua produzione è stata caratterizzata da una proficua ricerca nel campo della musica popolare, barocca e rinascimentale, con incursioni nella musica etnica di tutto il mondo, unendo suggestioni che vanno dagli indiani d'America ai versi di poeti latini. Numerosi i suoi album di successo, come “Alla fiera dell’Est”, “Cogli la prima mela” e “La pulce d’acqua”.

Sabato 15 giugno:
ore 18: Il sogno di comunicare - Marino Sinibaldi
Giornalista e critico letterario, ha condotto numerose trasmissioni RAI, oltre ad aver ideato il fiore all’occhiello di Rai Radio 3, la trasmissione Fahrenheit. Ha collaborato con la rivista Ombre Rosse ed ha fondato Linea d’Ombra e Pulp. Dal 2009 è direttore di Radio 3.
ore 21: Il muro della maggioranza - Carlo Freccero
Negli anni 80 è direttore dei palinsesti di Canale 5 e Italia 1, mentre nel decennio successivo entra in Rai, dove dirige Rai 2. Dal 2003 si occupa prevalentemente all’insegnamento al DAMS di Roma. In seguito fonda e dirige Rai 4. Ha inoltre scritto saggi e testi scientifici e divulgativi, ed è un vulcanico autore televisivo: ad esempio il controverso Rockpolitik di Adriano Celentano porta la sua firma.

Domenica 16 giugno:
ore 11 (Sala delle Colonne): Il sogno europeo e il brusco risveglio della crisi - Sergio Romano
Storico, giornalista e diplomatico, entra nella Farnesina nel 1954. Negli anni 70 è a Parigi e, dopo essere stato direttore generale delle relazioni culturali e ambasciatore Nato dal 1983 al 1985, conclude la sua carriera diplomatica a Mosca. In seguito è diventato commentatore per le principali testate italiane ed ha insegnato in prestigiose facoltà internazionali, da Harvard alla Bocconi di Milano.
ore 18.30: In principio, il sogno - Gabriella Caramore
Saggista e conduttrice radiofonica, dal 1982 collabora con Rai Radio 3 conducendo e firmando numerose trasmissioni. Dirige la collana Uomini e Profeti della casa editrice Morcelliana, che ripropone alcuni dei colloqui avuti nella trasmissione omonima con i diversi ospiti su tematiche letterarie, filosofiche, bibliche e spirituali, ed è autrice di traduzioni e commenti alle opere di Yves Bonnefoy e Arthur Rimbaud.
ore 21: Design: un sogno esistenziale - Philippe Daverio
Ormai un “aficionado” del nostro festival, è uno dei critici d’arte più noti, anche grazie alle sue trasmissioni televisive. Attualmente collabora con Avvenire e recentemente ha fondato il movimento Save Italy per sensibilizzare intellettuali e cittadini sull’importanza della salvaguardia del patrimonio culturale italiano.

Inoltre, mantenendo la formula inaugurata lo scorso anno, ad alcuni incontri sono abbinati forum di discussione curati dai giornalisti di alcune testate locali. Venerdì 14 giugno alle 16.30 nella Sala delle Colonne del Palazzo del Collegio si terrà forum sull’intervento di Piergiorgio Odifreddi a cura di Dentro la Notizia. Interverranno Maria De Benedetti (psicologa dell’educazione), Paolo De Benedetti (teologo e biblista), Aldo Alessandro Mola (storico e scrittore), Aurelio Paviato (prestigiatore), Vittorio Ligresti (studente di economia a Boston), Antonio Catalano (artista), Franco Rasulo (laureato in Matematica all'Università di Torino), mentre sabato 15 giugno alle16.30 ci sarà un forum sull’intervento di Angelo Branduardi a cura di Primaradio. Interverranno Giorgio Faletti (presidente della Bibioteca di Asti, artista, scrittore e sognatore), Massimo Cotto (giornalista, scrittore e assessore alla cultura), Maurizio Blini (scrittore e musicista), Alexander Macinante (giornalista e cantautore), Enrico Bellati (presidente dell’Orchestra Sinfonica di Asti), Filippo Mazzarella (critico cinematografico e musicale).
L’iniziativa “I have a dream..and you”, con la quale si chiedeva di raccontare e disegnare i propri sogni tramite una speciale cartolina, ha catturato l’attenzione soprattutto dei bambini delle scuole elementari di Asti e della Provincia, che hanno fatto pervenire oltre 300 cartoline, ora esposte sull’Albero dei Sogni collocato all’ingresso del cortile del Collegio.
Da quest’anno Passepartout , grazie alla collaborazione di Coldiretti Asti, al termine degli incontri offrirà agli ospiti anche il piacere di degustare un calice dei migliori prodotti enologici astigiani.
Sono inoltre disponibili le magliette e gli shopper “Alto Volume”, il nuovo marchio pensato dal presidente Giorgio Faletti e realizzato dall'associazione Cre[AT]ive per una linea di merchandising legata alla Biblioteca, oltre allo speciale dvd “10 anni di Passepartout” a cura di Franco Rabino. Tutto il materiale è realizzato in tiratura limitata e il ricavato andrà a finanziare le attività della Biblioteca.

Estratti video degli incontri tenuti finora a Passepartout sono disponibili sul canale YouTube ufficiale della manifestazione.
Maggiori informazioni su www.passepartoutfestival.it

Biblioteca Astense | Corso Alfieri, 375 - 14100 Asti | tel 0141.531117 - 0141.593002 | fax 0141.531117 - web: icozorz.it