Passepartout Festival 2010 - "Oltre il Muro" - 8 .. 13 giugno 2010 Asti
Le immagini sono riferite all'edizione 2009
Cerca nel sito

Data: 16-05-2019
La notte della luna
anteprima di Passepartout 2019

Data: 24-04-2019
Anteprima Passepartout giovedì 30 maggio alla Biblioteca Astense con Franco Rabino

Data: 24-04-2019
Mercoledì 15 maggio al Teatro Alfieri

Data: 15-04-2019
La voce della Luna di Federico Fellini chiude Passepartout Cinema

Data: 18-04-2019
1969-2019: VOGLIAMO LA LUNA
16° edizione del festival Passepartout

Data: 08-04-2019
Passepartout Cinema continua con "Moon" di Duncan Jones

Data: 29-03-2019
Giovedì 4 aprile Passepartout Cinema rende omaggio a Bernardo Bertolucci

Data: 28-03-2019
I prossimi appuntamenti di Passepartout Cinema

Data: 25-03-2019
Giovedì 28 marzo in Sala Pastrone secondo appuntamento con Passepartout Cinema

Data: 12-03-2019
Aspettando la nuova edizione di Passepartout Festival, dal 21 marzo torna Passepartout Cinema, sognando la luna...

Data: 26-02-2019
Domenica 3 marzo ultimo appuntamento con Passepartout en hiver

Data: 19-02-2019
Nuovo appuntamento con Passepartout en hiver

Data: 12-02-2019
Domenica 17 febbraio a Passepartout en hiver un ricordo del grande jazzista Gianni Basso

Data: 04-02-2019
Don Luigi Berzano protagonista dell'incontro di Passepartout en hiver domenica 10 febbraio alle 17.30

Data: 29-01-2019
Domenica 3 febbraio a Passepartout en hiver l'incontro "Videogiochi: hobby o lavoro?"

Data: 29-01-2019
I prossimi appuntamenti di Passepartout en hiver

Data: 22-01-2019
Domenica 27 gennaio nuovo appuntamento con Passepartout en hiver

Data: 15-01-2019
Domenica 20 gennaio secondo appuntamento con Passepartout en hiver

Data: 04-01-2019
Domenica 13 gennaio primo appuntamento con Passepartout en hiver 2019

Data: 11-06-2018
Gli incontri di Passepartout 2018 disponibili su YouTube

Data: 27-03-2010
I Compagni
rassegna 'Oltre il muro'

'“Oltre il muro” , un ciclo di grandi film d’autore, anticipa il prossimo festival Passepartout. Pensieri e Parole , dedicato alla caduta del tragico Muro di Berlino, all'entusiasmo e alle speranze che ha suscitato, agli stravolgimenti politici ed economici che ha innescato in Europa, in Italia e nel mondo: alle 19.30 in Sala Pastrone (Asti, Via al Teatro 2) il mercoledì sera dal 31 marzo al 12 maggio.

Il primo appuntamento sarà il 31 marzo con I compagni. Regia di Mario Monicelli. Presenta Tonino Fassone

I Compagni

Titolo originale: I compagni

Paese, Anno: Italia, 1963

Regia: Mario Monicelli

Principali interpreti: Marcello Mastroianni; Renato Salvatori; Annie Girardot; Folco Lulli; Bernard Blier; Raffaella Carrà; Gabriella Giorcelli.

Durata : 128 minuti

Trama L’azione di questa pellicola, drammatica-sociale, è ambientata in una fabbrica tessile di Torino sulla fine dell’Ottocento. Guidati da un professore socialista, gli operai si battono per ridurre da 14 a 13 ore l’orario giornaliero di lavoro (che talvolta giunge anche a 16 ore).

Con la “splendida fotografia “antica” di G. Rotunno e l’interpretazione di “un finissimo Mastroianni”, il film venne candidato all’Oscar per la sceneggiatura e valse a Folco Lulli il Nastro d’Argento.
Mario Monicelli (Viareggio (Lucca) It. 1915 -) Regista e sceneggiatore. Figlio del giornalista e drammaturgo Tommaso Monicelli. Nei primi anni '30 va Milano per compiere gli studi e qui collabora con 'Camminare?', un quindicinale d'avanguardia, in cui si occupa di Cinema. Finite le scuole superiori si iscrive alla facoltà di Storia e Filosofia all'Università di Pisa. Nel 1935 partecipa alla Mostra del Cinema di Venezia con il film a passo ridotto "I ragazzi della Via Paal", con cui vince un premio. Dopo un periodo come aiutoregista e sceneggiatore, nel 1949 inizia la collaborazione con Steno, durata fino al 1953. I due dirigono a quattro mani una serie di film che gettano le fondamenta della commedia all'italiana, interpretati da vari attori di avanspettacolo tra cui Totò e Aldo Fabrizi. Nel 1957 vince il suo primo Orso d'argento al Festival di Berlino con "Padri e figli", nel 1958 realizza "I soliti ignoti", con cui vince il Nastro d'argento per la miglior sceneggiatura, e l'anno successivo vince il Leone d'oro a Venezia con "La grande guerra" (ex-aequo con "Il generale della Rovere" di Roberto Rossellini). Tra i film che hanno ottenuto grande consenso di pubblico e critica "L'armata Brancaleone" (1966) e "Brancaleone alle crociate" (1969), "Amici miei" I e II (1975, 1982), "Caro Michele" (1976, Orso d'argento al Festival di Berlino), "Un borghese piccolo piccolo" (1977, David di Donatello per la miglior regia e Nastro d'argento per la miglior sceneggiatura), "Il Marchese del Grillo" (1981, Orso d'argento al Festival di Berlino e Nastro d'argento per la miglior sceneggiatura), "Speriamo che sia femmina" (1985, David di Donatello e Nastro d'argento per la miglior regia e la miglior sceneggiatura), " Il male oscuro" (1990, David di Donatello per la miglior regia) e "Cari fottutissimi amici" (1994, menzione speciale al Festival di Berlino). Nel corso della sua carriera è stato anche due volte candidato all'Oscar per la miglior sceneggiatura: nel 1965 con "I compagni" (1963) e nel 1966 con "Casanova '70" (1965). Nel 1991 gli è stato assegnato il Leone d'oro alla carriera. Tra le ultime fatiche si segnalano: la commedia "Le rose del deserto" (2006) e il documentario " Vicino al Colosseo c'è Monti" presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia del 2009.

Biblioteca Astense | Corso Alfieri, 375 14100 Asti | tel 0141 531117 - 593002 | fax 0141 531117 - web: icozorz.it