Documento senza titolo
il festival
:: presentazione
:: PPT ragazzi
:: Junior
:: dove e come
eventi
:: Cafè Letterario
:: mostre
:: spettacoli
dal vivo
:: notizie
:: nel pallone!
:: ascolta sul PC
:: AUDAY-fanzine
:: Cartoline
:: Ke lettore 6?
:: fotoFestival?
ufficio stampa
:: organizzatori
:: rassegna stampa

 

 

passepartout festival internazionale di letteratura
 
 
  Link consigliati:  
torna indietro
 
11-05-2005
Je dois aprendre aux curieux
Ovvero, divulgare ad arte

Continua il viaggio di Passepartout attraverso il mondo di Verne.
Mercoledì sera si è tenuto un dibattito sul tema della divulgazione tra Piero Bianucci, Roberto Vacca e Philippe Daverio intitolato "Je dois aprendre aux curieux". Il momento è stato guidato dal docente universitario Ruggero Bianchi, il quale non ha avuto un ruolo semplice, sia perché ha dovuto intrattenere il pubblico mentre si attendeva l'arrivo di Daverio che, come un eroe di Verne, si era smarrito nel periglioso viaggio attraverso Asti, sia perché non è stato facile mettere d'accordo tre studiosi con un bagaglio culturale così diverso fra loro: Bianucci è un giornalista che si occupa di divulgazione scientifica, Vacca è un ingegnere ed un libero docente, mentre Daverio è un esperto di storia dell'arte. Da questo eterogeneo gruppo di esperti è emersa l'importanza e la difficoltà della divulgazione, ovvero della capacità di trasmettere dei saperi specialistici ad un pubblico molto ampio che spesso non è competente di quell'argomento.
La difficoltà di questo compito era visibile anche all'interno del dibattito stesso: infatti i tre oratori hanno dovuto più volte mettersi d'accordo sui termini che stavano utilizzando, proprio perché ciascuno di loro parlava utilizzando codici diversi. Nonostante le divergenze su alcuni temi, ciascuno è riuscito infine a proporre una convincente soluzione al problema affrontato. Bianucci ha spiegato che per una vera divulgazione scientifica non basta che qualcuno faccia da intermediario per chiarire il linguaggio di uno scienziato al grande pubblico, ma bisogna che sappia anche intrattenere e divertire presentando le scoperte scientifiche in maniera accattivante. Il giornalista ha anche fatto alcuni esempi per far
vedere come ciò sia possibile ma è stato spesso sovrastato dalla verve di Vacca che dal canto ha sancito l'importanza della pianificazione e della schematizzazione dei saperi che è ciò di cui si occupa. Daverio,invece, ha parlato dell'importanza della televisione nella diffusione della cultura dato che riesce ad essere più veloce e capillare rispetto ad un saggio su carta stampata, ed è per questo che al momento sta conducendo una trasmissione su Raitre che, guarda caso, si chiama "PassepARTout".
Autore Matteo Cirio




 
  Link consigliati:  
torna indietro
 
 
 

Biblioteca Astense - corso Alfieri 375, 14100 Asti
tel +39.0141.531117-593002 fax +39.0141.531117
info@passepartoutfestival.it
web: www.icozorz.it

:: about PPT

Auday:
scarica l'ultimo numero (15 maggio)

concorsi
un festival, tre concorsi: partecipa e puoi vincere un libro al giorno e un soggiorno per due persone in un agriturismo
:: adotta il festival
:: fotografa PPT
:: vota il libro

una frase al giorno
Alcuni conoscono bene le varie specie delle piante, altri quelle dei pesci. Io conosco le separazioni. Alcuni enumerano a memoria i nomi delle stelle. Io delle nostalgie
Nazim Hikmet

:: scrivi la tua frase

:: scarica tutte le frasi del cuore (.pdf)